Amiche dall’università, aprono una libreria in un quartiere “difficile”.

Marta Bracciale e Grazia Raimondo si sono conosciute all’Università, a Padova. E a 30 anni hanno deciso di aprire una libreria indipendente, Limerick, in uno dei quartieri considerati più “difficili” della città veneta. Marta Bracciale e Grazia Raimondo si sono conosciute all’Università, aPadova. E a 30 anni hanno deciso di aprire una libreria indipendente, Limerick, in uno dei quartieri considerati più “difficili” della città veneta, l’Arcella. In questa zona multiculturale di Padova Marta e Grazia gestiscono con entusiasmo una nuova libreria nata, anche, “per ridare al quartiere quella vitalità culturale in più che potrebbe trasformarlo“. Il Limerick, spiegano le libraie, “è un componimento poetico buffo, un nonsense. Anche arrischiarsi ad aprire una libreria in un momento di crisi culturale ed economica e decidere di scommettere su un quartiere problematico è stato considerato un nonsense. Indubbiamente ci vuole una buona dose di coraggio e molto buonumore. E allora Limerick! Una parola curiosa da pronunciare danzata sulla lingua, per un luogo curioso tutto da sorridere”. Raccontano le due amiche: “Vogliamo che la libreria sia un punto di riferimento per il quartiere, per chiunque abbia voglia di entrare in un negozio e sentirsi a casa. È anche una grossa scommessa, su noi stesse, sul quartiere e, ancora più in generale, sugli sconfortanti indici di lettura del nostro Paese. libraie.jpg

Annunci